"SALVA IL TERRENO, SALVA IL CIBO, SALVA LA VITA"

"senza che il lato economico prevalga sul fine di generare prodotti leali"

>NOT!BLOG®<

Sul mio NOT!BLOG® tutto accade "dal basso" e con l'aiuto sempre e comunque generato dai produttori e dai fruitori del NOT!BLOG®Io sono un testimone intinerante che nel suo diario di viaggio, grazie a foto e video, documenta le terre sane di produttori leali e li racconta in questo  NOT!BLOG®, geolocalizzando le loro posizioni sulla MappaTerreSane® perchè non ci siano più scuse per non servirsi di prodotti etici, autentici, sani e vicino a noi. Il sito myruralme.com è il mio terreno digitale, il territorio dove non troverete una "storia pagata dal protagonista" perchè non sarebbe una notizia "libera" e dove NON appariranno marchi di sponsor perché influenzerebbero i contenuti; semmai in futuro potrò ospitare partner etici che aiutino queste pagine ad amplificare la loro diffusione. Sul mio NOT!BLOG® NON racconto nulla che NON abbia verificato di persona e NON mi interessa portare le visualizzazioni alle stelle ma piuttosto avere contatti coscienti rivolgendomi quindi "ai pochi" che però spero diventino sempre di più i  lettori di queste brevi storie dedicate ai contadini,  agli eroi rurali, agli artigiani consapevoli, ai negozi etici o eretici, a rimedi, cure e pratiche "dei nonni". Chiunque lavori la propria terra in maniera sana, senza pregiudicarne il futuro e creando prodotti leali evitando che il lato economico del guadagno prevalga sul fine di generare prodotti salutari, all'interno di questo NOT!BLOG® troverà sempre un suo posto e se voi vorrete segnalarmi realtà rurali che conoscete o che siete, compilate e inviate il modulo che trovate in fondo alla pagina così io le potrò valutare.

Dai che ce la facciamo! :)

 

#salvailterrenosalvailcibosalvalavita

#partiamodalbasso

>LE CONSEGUENZE<

Il nostro semplice gesto quotidiano di "fare la spesa" può alimentare il sistema dei trasporti che inquina, la produzione di  plastica che ci sommerge, il consumo energetico smisurato che crea gas serra e l'illusorio fenomeno del "greenwashing"  oppure, se spostando l'attenzione sulla salute nostra e su quella della terra, lo stesso gesto potrà ricadere sulla salvaguardia di terreno e territorio: è la maniera in cui scegliamo di alimentarci che può fare bene a noi e contemporaneamente all' ambiente, oppure no. 

>ETICA DELLE SCELTE<

Vivo con la ferma consapevolezza che il terreno, intendo dire proprio il suolo, tutto e ovunque, sia il cuore pulsante del mondo: il "filtro attivo naturale" dal quale dipendono il benessere di ambiente, alimenti e vita. Oggi, noi tutti,  ormai sappiamo che il terreno sano crea quello che ci fa stare meglio e in salute, ma su larga scala il cambiamento lo stiamo esclusivamente desiderando. Siamo sensibili al "tema" e sono sicuro che nel prossimo futuro raggiungeremo la vera consapevolezza che guiderà le nostre reali scelte quotidiane, ma adesso è necessario accelerare il percorso perchè purtroppo stiamo consumando un territorio che già non abbiamo più: la terra e la sua natura non sostengono più i danni che le abbiamo creato e continuiamo a produrre. E' per questo motivo che ho deciso di iniziare a viaggiare documentando il lavoro di piccoli produttori che rispettano il terreno, il territorio e le biodiversità; persone leali sotto qualsiasi punto di vista e dalle quali potremo fare una spesa "viva" e che alimenti un meccanismo amico della terra e non un sistema di distribuzione malato che propone cibo "delizioso" grazie a spot pubblicitari greenwashed, ricchi di parole, di musiche emotive e d'ispirazione, di immagini che infondono sentimenti rassicuranti e dietro i quali si celano semplicemente l'impoverimento dell' ambiente, della terra e della nostra salute.
vimeo.png
instagram.png

SI CONSIGLIA L'USO DI UN COMPUTER PERCHE' IL SITO E' RICCO DI CONTENUTI MULTIMEDIALI

Se utilizzi uno smartphone o un tablet, usa due dita

per navigare, allargare e stringere la MappaTerreSane®

Puoi navigare la MappaTerreSane®, continuamente in aggiornamento,

per conoscere tutti i produttori disponibili vicino a casa tua

PUOI NOLEGGIARE LA VISIONE

DEL MIO DOCUMENTARIO INDIPENDENTE

6 STORIE, 7 DONNE, 6 TERRE

 

PER SUPPORTARE LE SPESE PER  I VIAGGI ALLA RICERCA DI TERRE SANE E PRODUTTORI LEALI

NOLEGGIANDO LA VERSIONE COMPLETA DEL DOCUMENTARIO "RARE" (SOTTOTITOLATO IN INGLESE) AIUTERETE QUESTO NOT!BLOG®  A RESTARE DEL TUTTO INDIPENDENTE  CONTINUANDO A VIAGGIARE PER RACCONTARE STORIE RURALI DI TERRE SANE E PRODUTTORI LEALI DA GEOLOCALIZZARE SULLA MappaTerreSane® PERCHE' POSSIATE FARE  UNA SPESA INTELLIGENTE E DI PROSSIMITA'; OPPURE, USATE IL TASTO GIALLO QUI' IN BASSO  PER FARE UNA DONAZIONE LIBERA USANDO PAYPAL. 

 

GRAZIE AMICI !

Vuoi segnalare una realtà rurale? Lasciaci i tuoi dati, e compila le due pagine del modulo. Grazie!

Questo NOT!BLOG® è nato grazie alla mio background professionale (LINK); in questo NOT!BLOG® troverete immagini, video e racconti che continuo a realizzare viaggiando alla ricerca di terre sane e produttori leali, geolocalizzandoli sulla MappaTerreSane® perchè possiate fare acquisti vicino a voi evitando di contribuire al sistema di produzione e distribuzione malato che danneggia la nostra salute e quella dell'ambiente. 

>>>QUESTO BLOG CON I CONTENUTI E LE SUE STORIE E' ANCHE UN FORMAT TELEVISIVO DEPOSITATO, REGISTRATO E PROTOTIPATO CON ONDA TELEVISIVA<<<

MappaTerreSane®, NOT!BLOG®,HealthySOilMap®, Myruralme® sono di proprietà del possesore di questo sito web.

Tutti i contenuti videografici, fotografici, grafici, di concetto, ideazione e testi, pubblicati su questo sito, sono di proprietà fisica e intellettuale del titolare del sito https://www.myruralme.com; in caso di controversie farà fede la data di pubblicazione. artt.3, 6, 7, 12 e 38 l.22 aprile 1941 n.633 e artt 2676,2577 cod. civ. (così Cons. Stato 21-1-93, n 77, in CS 1993, I, 10)

+39 324.6068882

Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perchè non viene aggiornato con regolarità e le pubblicazioni non sono periodiche in quanto sono a totale discrezione dell'autore. Non vuole e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 07.03.2001