(Ita-Eng) Il re dei ceci / The king of chickpeas


Appena arrivato a Cicerale un paese di circa 1200 abitanti sulle colline di macchia mediterranea alle spalle di Agropoli in Cilento, nella cascina dove ho appuntamento con Renato Corrente il presidente dell'associazione che raccoglie i produttori di cece, scopro che praticamente tutto il paese mi stava aspettando per accogliermi; prima di andare nei campi dove mi faranno vedere la raccolta spegandomi tutto sul loro cece, orgogliosi delle loro origini mi mostrano il blasone del comune di Cicerale in provincia di Salerno dove mi trovo. "Vedi Furio, il nostro paese prende il nome proprio dalla coltivazione del cece, il legume che ha creato e sostenuto da sempre la nostra economia locale fin dal medioevo. Il nome Cicerale, testimonia il legame stretto tra il nostro cece e il territorio terra quae cicera alit (terra che nutre i ceci) è la scritta che campeggia sullo stemma del paese, sul quale c'è anche disegnata una pianta di ceci intrecciata insieme ad una graminacea"


As soon as I arrived in Cicerale, a town of about 1200 inhabitants on the Mediterranean scrub hills behind Agropoli in the Cilento area inside the Salerno province, talking with Renato Corrente the Presisent of the producers association, I realize that practically the whole town was waiting for me to welcome me and before accompany me to the fields where they will harvest the chickpea and will explain me everything on their particulary chickpea, proud of their origins, they show me the coat of arms of the municipality of Cicerale in the province of Salerno where I am. "You have to think, Furio, that our country takes its name from the cultivation of chickpea, the legume that has always created and sustained our local economy since the Middle Ages. The name Cicerale, testifies to the close link between our chickpea and our land area. cicera alit (land that feeds chickpeas), is the writing that stands out on the coat of arms of the country on which there is also a chickpea plant woven together with a grass "

"Documenti scritti testimoniano la presenza di questa coltivazione fin dall’anno Mille, in questo piccolo borgo situato in provincia di Salerno all'interno dell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni a 15 chilometri dalla zona archeologica di Paestum. Il nostro cece costituisce uno degli aspetti più significativi della dieta mediterranea ed è tra le migliori varietà al mondo; la caratteristica più importante del cece di Cicerale è quella di non avere bisogno di acqua per crescere, adattandosi anche alle condizioni climatiche più difficili ed è per questo motivo che è diventato negli anni il simbolo della civiltà contadina ciceralese oltre ad essere uno dei più importanti rappresentanti della biodiversità campana"


"Written documents testify to the presence of this cultivation since the year 1000 in the small village located in the province of Salerno, in the protected area of ​​the Cilento, Vallo di Diano and Alburni National Park, 15 kilometers from the archaeological area of ​​Paestum. Our chickpea is one of the most significant aspects of the Mediterranean diet and is among the best varieties in the world; the most important characteristic of Cicerale chickpea is that it does not need water to grow, adapting itself also to the most difficult climatic conditions and it's a symbol of the peasant culture of Cicerale , one of the most important representatives of Campania's region biodiversity"


I contadini mi spiegano che la raccolta viene fatta ancora a mano, e che la coltivazione è assolutamente del tutto naturale; questo cece è particolarmente forte non necessita di umidità e quindi essendo molto asciutto è ricco di proprietà.


They explan me that the harvest is still done by hand, and the cultivation is absolutely natural; this chickpea is particularly strong, it doesn't need water water and therefore it's a very dry kind of chickpea and more rich in properties.



"Dopo la raccolta rigorosamente a mano e dopo avere legato in fascine le piante di ceci, le adagiamo tutte su un ampio telo e iniziamo la parte cosiddetta della battitura durante la quale grazie a dei bastoni che teniamo in mano, percuotiamo ripetutamente le fascine perchè in questo modo i ceci si staccano e cadono nel telo"


"After rigorously harvesting by hand and having tied the chickpea plants in bundles, we lay them all on a large sheet and begin a kind of beating during which, thanks to the big sticks that we hold in our hand, we repeatedly beat the bundles because in this way the chickpeas are detached and fall on the sheet"


"L'ultima operazione, fatta sempre e solo a mano, è quella che facciamo con il setaccio in maniera che si separi la pianta dal suo frutto per poter separare i ceci dalla parte legnosa"


"The last operation, always and only manual, is that which we do with the sieve to separate the chickpeas from the woody parts"

Gli anziani contadini mi spiegano che oggi sono rimasti solo una decina di produttori che seguono la produzione totalmente manuale e quindi molto faticosa "un tempo il nostro cece era invece un fondamentale alimento diffusissimo tra le famiglie rurali; era talmente importante da essere alternato al grano e agli altri cereali nella coltivazione e nell'alimentazione contadina". Questa storia dimostra a tutti noi, ancora una volta, come gli alimenti insieme al loro passato siano molto importanti per comprendere i trascorsi di una comunità che, se li valoralizza, potrà renderli fondamentali anche a favore dei giovani che quindi non abbandoneranno quel territorio grazie alla nuova possibilità economica proprio come per il cece di Cicerale attorno al quale è nata un'associazione di produttori che porta avanti un progetto non solo agricolo ma soprattutto di resilienza.


The elderly farmers explain to me that today there are only a dozen producers who follow the totally manual production therefore very tiring "once our chickpea was instead a fundamental food widespread among rural families; it was so important that it was alternated with wheat and other cereals in cultivation and peasant nutrition". What Happened to Cicerale and its chickpea along the years, it shows us all, once again, how foods and their past are very important for understanding the history of a community and if not overlooked but on the contrary valorised, they can go back to being fundamental to create a new economy opportunity for young people who in this way do not abandon that territory which is transformed, in fact, into a new possibility just like Cicerale chickpea for which an association of producers was born that carries out a project not only agricultural but above all of resilience.

PER INFORMAZIONI / FOR MORE INFOS

Renato Corrente tel. +39 320 0579986