(Ita/Eng) Un ettaro di vita nuova e sana / A hectare of new and healthy life


Sono salito sulla parte collinare del loro terreno e da questa posizione si vede la vallata nella quale si innesta l'Orto di Clapi: proprio nel punto in cui mi trovo al momento dello scatto sorgerà la casa di Lorenzo e Federica. "Su quella collinetta ci sarà la nostra piccola casa mobile, un agricoltore può usufruire di questa possibilità sul suo terreno; in questa maniera riusciremo a vivere quì , sul campo, magari in una piccola abitazione ma vicino al terreno perchè ho la necessità di stare accanto al nostro progetto in continua evoluzione". A parlarmi è Lorenzo; giovane, laureato in scienze forestali, determinato, con un nonno giardiniere, una passione per le piante e l'ecologia che lo ha travolto e appassionato fin da piccolo, molto piccolo. "Mio nonno mi regalò l'enciclopedia sulla natura Treccani e io la sfogliavo e sfogliavo continuamente, ma ancora non sapevo leggere però ero affascinato dalle foto; intorno all'età di 10 anni quando a volte mi portavano nei boschi riconoscevo tutte le piante. Dopo le medie mi prendevano un po' in giro dicendomi che l'Istituto Agrario, che avrei voluto frequentare, sarebbe stata una scuola per capre e dato che io sono molto più testardo di una capra (con tutto il rispetto per lei), mi sono iscritto, diplomato e una volta preso il diploma ho continuato a frequentare scienze forestali laureandomi, perchè la mia vera passione si è sempre concentrata nella natura delle foreste e dei boschi"


I went up the hilly and highest part of their land to take this photograph: from this position you can see the valley in which the Orto di Clapi is located and right at the point where I am at the moment of the shot Lorenzo's house will rise and Federica.

"On that hill we will lay our small mobile home, for a farmer it is possible to get this possibility on his land; in this way we can live here on the field maybe in a small house but close to the ground because we need to be next to our soil project" . Lorenzo speaks; young, agrarian expert, determined, a gardener grandfather, a passion for plants and ecology that has overwhelmed and passionate him since he was little, very little. "My grandfather gave me the encyclopedia of treccani on nature and I was constantly leafing and leafing through those pages but I still didn't even know how to read but I was fascinated by the photos; at 10 years old when they took me to the woods I recognized all the plants and when they told me that the agrarian Institute was "a school for goats", i realized how I am much more stubborn than a goat (with all due respect for her), I enrolled and finished my studies and then I enrolled in forestry science university because my real passion was concentrated in the nature of forests and woods "


A 19 anni durante gli studi universitari, Lorenzo rimane affascinato dalla storia di un contadino che tra le montagne della Valle Isarco, in Alto Adige, ha scelto di essere custode di ortaggi rari e varietà antiche, del territorio altoatesino, che rischiavano di sparire e quindi coltiva tutt'oggi 400 qualità di verdure biodiverse in 3000 metri quadrati di terra a 700 metri d'altezza nel suo maso. Le sue varietà orticole hanno sapori intensi e talmente differenti dal convenzionale che molti chef si sono avvicinati a lui servendosi dei suoi prodotti; primo tra tutti lo stellato Norbert Niederkofler che da sempre ha una sensibilità accentuata nei confronti del naturale, dell'etica, del sano, vocazione che lo spinge fino a fare educazione alimentare per le scuole primarie del suo territorio (Lo dico per esperienza professionale conoscendolo e avendolo intervistato per vari programmi Rai). A questo punto Lorenzo non ci pensa due volte e raggiunge Harald Gasser in Alto adige e dopo quell'esperienza, fondamentale per il suo percorso, inizia a "vedere" la strada. Comincia a studiare l'agricoltura rigenerativa, la permacultura, le tecniche per la progettazione di una ruralità sostenibile e arriva a capire cosa fare: una nuova pedagogia rurale, prima ecologica e poi agricola basata sul forte rapporto tra rispetto e conoscenza del terreno insieme all'equilibrio tra tutti gli attori che interagiscono nella sua natura, vegetali e animali ed è così che è nato il progetto dell'Orto di Clapi nel quale vuole dimostrare, con i fatti, che quello che ha in mente si può fare realmente in quell'ettaro regalatogli dai genitori.


When he was 19 during his university studies, he was amazed by the story of a farmer who in the mountains of the Isarco Valley chose to be the keeper of ancient varieties of rare vegetables of the South Tyrolean territory, under the risk disappearing so he started to cultivate 400 qualities of biodiverse vegetables at 700 meters high on his farm in 3000 square meters of land. His horticultural varieties has so intense flavors and so different from the conventional that many chefs have approached him using his products; Norbert Niederkofler was the first who, because he has always had an accentuated sensitivity towards the natural, ethical, healthy, vocation that pushes him to make food education for primary schools in his territory (I say this from professional experience knowing him and having interviewed him several times for various Rai programs). Lorenzo does not think twice and reaches Harald Gasser in South Tyrol and after that fundamental experience for his journey, he began to understand the road, so he began to study regenerative agriculture, permaculture, techniques for the design of a sustainable rurality and he came to realize what he has to do: a new pedagogy, first ecological and then "agricultural" based on the strong relationship between respect and knowledge of the soil together with the balance between all the actors that interact in its nature and that's how it was born the project of the Orto di Clapi in which they want to demonstrate with the facts that what he has in mind can really be done, in that hectare gifted to him by his parents.

Lorenzo e Federica, coppia anche nella vita sentimentale, hanno idee chiare e rigogliose; sono talmente attenti agli equilibri naturali ed ecologici che si sono autocostruiti una casetta per avere un nido che attiri le Cince con lo scopo di aiutarle ma anche per avere nell'orto un naturale antiparassitario, dato che alla base della loro alimentazione ci sono insetti e larve. Lorenzo mi spiega anche che nel futuro ecologico del loro terreno applicherà sempre più le tecniche di permacultura, come ad esempio piantare seguendo la cosidetta curva di livello, la linea ideale che unisce tutti i punti di uguale quota rispetto al livello medio del mare in maniera da permettere il miglior drenaggio possibile ed evitare la maggior erosione: il terreno non si consuma e vive bene. E poi la consociazione, il far nascere parti boschive che aiutino la terra grazie agli impianti radicali e generino equilibrio; il rigenerare il suolo e tutto il sistema agricolo, il permettere alle radici delle varietà orticole di scendere molto in basso nel suolo per rendere la produzione maggiormente sostenibile. Sono tante le idee e sono tutte chiare nella testa di Lorenzo.


Lorenzo and Federica have clear and luxuriant ideas; they are so attentive to the natural and ecological balances that they have built a small house that acts as a nest to attract the Titmouses with the specific purpose of helping them but also to have a natural pesticide in the garden because at the base of their feeding there are insects and larvae. Lorenzo also explains to me how in the ecological future of their land they will follow permaculture techniques such as planting, following the so-called curve of level, the ideal line that joins all points of equal altitude with respect to the average sea level in order to allow the best drainage and avoid the greater erosion. And then the undercropping and intercropping or giving birth to wooded parts that help the soil with the root systems and generate ecological balance or regeneration of soil together with the whole agricultural system or helping the horticultural roots to go very low to make production more sustainable. .. There are many ideas and they are all clear in Lorenzo's head.


Ma tra i progetti attuati, uno in particolare ha riscosso l'attenzione di molti, oltre che la mia, ed è quello delle micro erbe aromatiche che lui coltiva a terra e in un piccola serra.

"Spesso le erbe aromatiche non vengono valorizzate mentre invece quando le gusti in bocca ti aprono letteralmente le papille creandoti un'esperienza travolgente e unica". Devo ammettere che ho assaggiato le sue micro piante dalle foglie piccole e che sapevano di basilico, di ravanello rosso, di liquirizia, di coriandolo, di anice stellato e tanto altro ancora: mai provata e vista una cosa simile, una festa scoppiettante e irripetibile per le mie papille gustative. Wooow!!!!!


But among the implemented projects, one in particular has attracted the attention of many and is that of aromatic micro-herbs that he cultivates on the ground and in a small greenhouse. "Often aromatic herbs are not valued but while tasting it , literally you will open your taste buds in an overwhelming and unique way". I must admit that I tasted micro plants with small leaves that tasted of basil, red radish, licorice, coriander, star anise and much more: a crackling and unrepeatable party for my taste buds. Wooow! Was a friggin awesome experience !!!!!

C'è un concetto in particolare che mi ha colpito nel racconto di Lorenzo, questo: " Vedi Furio un pezzo di plastica gettato a terra ha un impatto ambientale devastante; ma un pezzo di plastica può anche diventare uno stagno che disseta i falchi, le rane, mi crea biodiversità e alimenta un microambiente vitale nel mio orto rigenerativo ed è su questo che dobbiamo ancora lavorare, per arrivare a capire che produrre il cibo è il primo contatto che abbiamo con la natura per servircene, ma possiamo farlo creando tecniche virtuose che producano alimenti e benessere sia per noi che per la terra, creando un ecosistema che rigeneri il terreno anzichè sfruttarlo e basta; perchè poi quello muore e saremo costretti ad usare la chimica che mangeremo insieme a quel cibo "nato morto" ; senza contare gli enormi danni ambientali commessi per coltivarlo chimicamente, produrlo, stoccarlo, confezionarlo, trasportarlo, sprecarlo, e buttarlo insieme alle tonnellate di plastica che lo contengono. E' tutto assurdo"


There is a particular concept that impressed me about Lorenzo's story "A piece of plastic thrown on the ground has a devastating environmental impact; but a piece of plastic can also become a pond that quenches hawks, frogs, it could creates biodiversity and feeds a vital microenvironment in my regenerative soil and this is what we still have to work on, to get to understand that producing food is the first contact we have with nature but we can do it by creating food and well-being both for us that for the earth allowing the ground to create a virtuous ecosystem that regenerates instead of exploiting the soil and that's enough because then that dies and we are forced to use chemistry and we eat that together with the food "born dead"; without taking into account the enormous environmental damage committed by producing, storing, packaging, transporting, wasting it, and throwing it together with the plastic components that contain it. It's all totally absurd"


Poco prima di salutarli, Federica mi confida che il suo personale progetto è quello di cercare di educare i bambini, anche grazie ai suoi studi, creando eventi all'interno del loro orto in maniera da coinvolgerli e sensibilizzarli usando le regole, i rapporti, i frutti della terra dell'Orto di Clapi; devo sinceramente ammettere che mi ha colpito perchè anche io da tempo sostengo che manchi la nuova cutura rurale, una nuova coscienza ecologica, una sensibilità ambientale. L'essere umano si è completamente scollegato dalla natura e dalle sue forme di vita, credendo presuntuosamente di esistere in quanto unico essere intelligente senza comprendere che invece noi siamo solo una parte di un sistema molto grande e intelligente: direi anche perfetto. Lorenzo e Federica lo hanno compreso e cercano di metterlo in pratica nel loro Orto di Clapi.


Just before saying goodbye, Federica confides in me that her personal project is to try to educate children by creating events within their own garden in order to involve and sensitize them using the rules, relationships, fruits of the Orto di Clapi and I must admit that even i for some time I claim that we have completely disconnected from nature and its forms of life, presumptuously believing that we are the only one intelligent beings, without understanding that we live as a part of a very large and intelligent system: I would say perfect.

Federica and Lorenzo have realize it trying to make it in their Orto di Clapi.

CONCLUSIONE BIODINAMICA

I loro cuori sono pieni di gioia e grazie alle loro menti illuminate e preparate, che ci crediate o meno, quell'intero orto ha il sapore di quei sorrisi. Ma non fidatevi di me: se potete andate, incontrateli e assaggiate e parlate e assaggiate e parlate e assaggiate e parlate... Il cibo è il gioco più serio :)


BIODYNAMIC CONCLUSION

Their hearts are full of joy and thanks to their enlightened and prepared minds, believe it or not, their whole garden has the taste of those smiles. But never trust me, never: go there, meet them and taste and talk and taste and talk and taste... Food it's the most serious play :)



#ortorigenerativo #seminatebuonavita #findapeasantnearu #trovauncontadinovicino #abbicuradelterreno #mapparuralenaturale #salvailtuosuolosalvalatuavita #duriepuri

#biodifference #biodiverso #organic #letsoildothetalking #lasciaparlareilterreno #ilciboilgiocopiùserio #foodisthemostseriousplay

PER INFORMAZIONI / FOR MORE INFOS

L'orto di Clapi +39 3403981163 (Lorenzo)

Strada Valle La Merla, snc - Campagnano di Roma (RM)

http://www.ortodiclapi.it

>>>NON HAI PIU' SCUSE: CERCA UN CONTADINO VICINO

>>>NO MORE EXCUSES: FIND A PEASANT NEAR YOU


SLIP THE MOUSE ON RURAL MAP AND CLICK

CLICCA SULLA MAPPA RURALE

Ogni nuova storia corrisponderà ad un nuovo punto d'interesse sulla mappa

Each new story will correspond to a new point of interest on the map


152 visualizzazioni

Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perchè non viene aggiornato con regolarità e le pubblicazioni non sono periodiche in quanto sono a totale discrezione dell'autore. Non vuole e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 07.03.2001

Questo NOT!BLOG® è nato grazie alla mio background professionale (LINK); in questo NOT!BLOG® troverete immagini, video e racconti che continuo a realizzare viaggiando alla ricerca di terre sane e produttori leali, geolocalizzandoli sulla MappaTerreSane® perchè possiate fare acquisti vicino a voi evitando di contribuire al sistema di produzione e distribuzione malato che danneggia la nostra salute e quella dell'ambiente. 

+39 324.6068882

>>>QUESTO BLOG CON I CONTENUTI E LE SUE STORIE E' ANCHE UN FORMAT TELEVISIVO DEPOSITATO, REGISTRATO E PROTOTIPATO CON ONDA TELEVISIVA<<<

MappaTerreSane®, NOT!BLOG®,HealthySOilMap®, Myruralme® sono di proprietà del possesore di questo sito web.

Tutti i contenuti videografici, fotografici, grafici, di concetto, ideazione e testi, pubblicati su questo sito, sono di proprietà fisica e intellettuale del titolare del sito https://www.myruralme.com; in caso di controversie farà fede la data di pubblicazione. artt.3, 6, 7, 12 e 38 l.22 aprile 1941 n.633 e artt 2676,2577 cod. civ. (così Cons. Stato 21-1-93, n 77, in CS 1993, I, 10)